miur ok

Responsabili in classe e on-line: strategie per la prevenzione del cyberbullismo

Il progetto: “RESPONSABILI IN CLASSE E ON-LINE: strategie e percorsi per prevenire il bullismo e cyberbullismo a scuola” è un’iniziativa finanziata dal MIUR attraverso il bando sulla prevenzione del Cyberbullismo (Novembre 2016) sulla base di un progetto scritto in collaborazione tra l’Istituto Comprensivo di Gemona del Friuli  e l’Associazione M.E.C.

L’Istituto Comprensivo di Gemona, come previsto dal bando, ha assunto il ruolo di Polo delle provincie di Udine e Pordenone per la prevenzione del cyberbullismo, in coordinamento con l’Ufficio Scolastico Regionale, mentre l’Associazione M.E.C. cura il coordinamento scientifico del progetto.
L’obiettivo generale è sviluppare un piano di interventi di sensibilizzazione, prevenzione e contrasto dei fenomeni di bullismo e del cyberbullismo, finalizzato a mettere a disposizione di tutte le scuole secondarie di primo e secondo grado delle due provincie, informazioni e strumenti aggiornati sul tema specifico. Lo scopo è quello di orientare i minori ad un comportamento consapevole e responsabile nella gestione delle relazioni interpersonali e nell’utilizzo dei Social Media e della rete Internet in generale, in un’ottica di prevenzione del bullismo e del cyberbullismo, soprattutto alla luce della nuova legge sul Cyberbullismo.
Nello specifico, in coerenza con quanto prevedono le relative linee guida sul Cyberbullismo del MIUR  per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo (Maggio 2015), il progetto intende raggiungere i seguenti obiettivi:

1. Raccogliere dati significativi sui comportamenti a rischio messi in atto dagli studenti nell’utilizzo di internet e dispositivi digitali, in collaborazione con l’ Istituto di Sociologia Internazionale di Gorizia (I.S.I.G.).
2. Sviluppare percorsi di formazione per gli insegnanti per garantire competenza, sostenibilità e replicabilità degli interventi educativi.
3. Realizzare attività di sensibilizzazione e formazione degli studenti sviluppando schede didattiche specifiche ad uso degli insegnanti, realizzando incontri con esperti e sviluppando percorsi di “peer education” e di promozione delle “life skills”.
4. Sperimentare strategie innovative e codificate per la gestione dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo, basate sul modello della “giustizia riparativa”
5. Sperimentare metodi di monitoraggio e valutazione delle competenze in collaborazione con l’Associazione Media Educazione Comunità, l’Università di Udine e l’ Istituto di Sociologia Internazionale di Gorizia (I.S.I.G.).

Cronoprogramma generale delle attività  previste

fasi
Partner del progetto:
ISIG – Istituto di Sociologia Internazionale di Gorizia ,
Cooperativa CO.S.M.O.,
Polo Formativo Fvg.
 Per informazioni e chiarimenti è disponibile un servizio di supporto alla mail: responsabili.online@icgemona.gov.it.
e al n. 339 4285977 (orario 9:00-14:30)
 Nota: Il progetto è sviluppato in stretto contatto con il Garante dei Minori del FVG e con il “Coordinamento di attività per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo” istituito dalla Regione Friuli Venezia Giulia attraverso un protocollo firmato il 20 Giugno 2016 dal garante regionale dei diritti della persona, commissione regionale per le pari opportunità, Corecom FVG, Ufficio scolastico regionale del Friuli Venezia Giulia e Compartimento Polizia postale e delle Comunicazioni.

 

Condividi:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone