immagine grande sito

 

Il Safer Internet Day (SID) è un evento annuale, organizzato da INSAFE e INHOPE con il supporto della Commissione Europea nel mese di febbraio, al fine di promuovere un uso più sicuro e responsabile del web e delle nuove tecnologie, in particolare tra i bambini e i giovani di tutto il mondo.
Nel corso degli anni, il Safer Internet Day (SID) è diventato un evento di riferimento per tutti gli operatori del settore, le istituzioni le organizzazioni della società civile, arrivando a coinvolgere, oggi, oltre 100 Paesi.
“Be the change: unite for a better internet” è lo slogan scelto per l’edizione del 2017, ed è finalizzato a far riflettere i ragazzi non solo sull’uso consapevole della Rete, ma sul ruolo attivo e responsabile di ciascuno nella realizzazione di internet come luogo positivo e sicuro.
Anche in Italia il SID 2017 sarà celebrato il 7 febbraio e si svolgerà a Roma, presso gli spazi espositivi della Caserma Guido Reni, in Via Guido Reni, alla presenza di circa 1000 studenti e dei rappresentanti di Aziende, Associazioni e Istituzioni partecipanti all’Advisory Board di “Generazioni Connesse”. Anche l’Associazione MEC parteciperà alla giornata con alcuni eventi sul tema.

Programma delle iniziative MEC in occasione del Safer Internet Day 2017

Ore 8.30-11.30 – Udine
Incontro per studenti: “Uno per tutti, tutti per uno…anche online!”

Con gli alunni delle scuole primarie Toppo/Pascoli e Nievo.
Opportunità di riflessione sulle criticità e sui punti di forza delle nuove tecnologie e su come contribuire a rendere Internet un posto sempre più interessante e accogliente per tutti.

Ore 17.30 – Udine
Incontro per genitori: “Generazione smartphone. Privacy, reputazione online e cyberbullismo: come tutelare e responsabilizzare i minori online”

Per genitori presso l’aula magna del liceo scientifico Marinelli. Saranno presentati i dati del questionario anonimo su abitudini e comportamenti a rischio online compilati dagli studenti delle classi prime. Ci sarà inoltre la presentazione del lavoro svolto dai ragazzi durante il laboratorio “Sicuri su internet” (decalogo del gruppo whatsapp di classe). Ed infine saranno affrontati gli aspetti legali nelle azioni online dei minori e la relativa responsabilità dei genitori.

Ore 11.00-13.00 – Udine
Incontro per studenti: “Uno per tutti, tutti per uno…anche online!”

Con gli alunni della scuola primaria di secondo grado presso Palazzo Garzolini, via Gemona. Opportunità di riflessione sulle criticità e sui punti di forza delle nuove tecnologie e su come contribuire a rendere Internet un posto sempre più interessante e accogliente per tutti.

Ore14.30 – Roveredo in Piano
Incontro per insegnanti: “Prevenzione e contrasto del cyberbullismo a scuola, interventi e metodologie”

Sull’applicazione linee guida del MIUR e promozione della cittadinanza digitale per gli insegnanti di Roveredo della scuola primaria e secondaria di primo grado presso l’istituto comprensivo di Roveredo in Piano. Verranno proposti e condivisi attività derivanti dall’esperienza diretta di lavoro in classe fornendo elementi principali per la realizzazione di una procedura chiara per la gestione interna del fenomeno del fenomeno cyberbullismo. Inoltre si affronteranno gli aspetti legali inerenti la responsabilità dei docenti nei casi di cyberbullismo.

Ore 17.00 – Gemona del Friuli
Incontro per insegnanti: NBA Gemona

Introduzione al metodo di prevenzione e contrasto del Cyberbullismo sviluppato dell’ambito del programma Daphne 2015-2016 e basato sul metodo anglosassone N.B.A. (No Blame Approach).

ore 20.30 – Lestizza
Serata per la cittadinanza: Generazione smartphone presso la biblioteca di Lestizza

Si rifletterà su come accompagnare i figli online nell’età dell’ accesso alla rete fornendo regole e indicazioni sulla gestione educativa di tablet, smartphone e social media, e su come l’educazione possa essere la vera prevenzione al cyberbullismo. Nel corso della serata verrà presentato il progetto PASI ed i servizi online regionali e comunali).

Relatori:

Marco Grollo: esperto di Media Education esocio fondatore dell’associazione M.E.C.

Matteo Maria Giordano: formatore sui temi del cyberbullismo e dell’utilizzo consapevole dei dispositivi digitali

Giacomo Trevisan: esperto di sicurezza online e coordinatore FVGdell’associazione M.E.C.

Condividi:Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone